Fischi e insulti, precari contro Bonanni

Un pomeriggio ad alta tensione. Durante la presentazione del libro del segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, un gruppo di studenti e di precari ha fatto irruzione nell’auditorium del sindacato. Il loro obiettivo era proprio Bonanni: i più facinorosi si sono avvicinati pericolosamente tentando anche di colpirlo. I contestatori, una cinquantina, hanno gridato allo sciopero generale, urlando «fascisti» all’indirizzo dei presenti (tra cui i leader di Cgil e Uil, Camusso e Angeletti) e rivendicando che «il contratto non si tocca». Gli animi sono stati placati solo grazie all’energico intervento del servizio d’ordine. Solidarietà bipartisan a Bonanni. Oggi, intanto, la Capitale sarà blindata come non mai: per il voto al governo in città organizzata una zona rossa per evitare scontri.