Non è di Yara il giubbotto ritrovato

«Il giubbotto ritrovato non è suo». La timida speranza riaccesa nel mattino con la scoperta di un giubbino nero, ha quasi subito lasciato il posto alla ben nota angoscia degli ultimi giorni. Il capo, ritrovato lungo il tratto di Mapello dell’Asse interurbano di Bergamo, è stato segnalato da una donna e sembrava rispondere alla descrizione del giubbino indossato da Yara Gambirasio al momento della scomparsa. Intanto, a sostegno delle ricerche condotte da forze dell’ordine e volontari, è stato messo a disposizione anche l’elicottero della Protezione Civile della Regione Lombardia. Al momento gli investigatori nonescludono alcuna pista e ogni elemento nuovo o segnalazione è passata al vaglio. Anche per questo si scava nella vita di Yara alla ricerca di qualche ombra che possa giustificare la sparizione, cercando tra amici e conoscenti nuovi indizi. Qualcuno potrebbe aver infastidito in passato Yara.