Veronesi: “Una Tac scova il tumore”

Tumori, arriva il test salvavita. Per il carcinoma al polmone esiste finalmente uno strumento di diagnosi precoce, la tac spirale a basso dosaggio, in grado di ridurre la mortalità del 20% Lo ha annunciato Umberto Veronesi: “Serve uno screening di massa”. «Una svolta epocale per la lotta al tumore del polmone». Parola di Umberto Veronesi che ieri ha annunciato la scoperta all’Istituto Europeo di Oncologia ): i dati finali dello studio Cosmos sui grandi fumatori, eseguito a Milano, sono risultati essere inlineaconquelliresinoti un mese fa dal National Cancer Institute ) (Nci) negli Usa, secondo cui la diagnosi precoce con Tac spirale nei soggetti a rischio permette di ridurre del 20% il tasso dimortalità di questo tumore. Lo ha comunicato ieri proprio il direttore scientifico dell’Ieo, Umberto Veronesi insieme ai suoi più stretti collaboratori, precisando che i risultati dell’Ieo sono, anzi, molto più incoraggianti di quelli del Nci, prefigurando una riduzione della mortalità fino al 50%. «Grazie allo studio Cosmos – ha concluso Umberto Veronesi – il cancro del polmone, da 30 anni big killer inchiodato a una sopravvivenza del 15% potrà avere una diagnosi precoce con la Tac spirale, come il tumore della mammella con la mammografia,quelloal collo dell’utero col pap test».