Finita la “protesta della gru” i quattro stranieri sono scesi

Sono scesi sotto una pioggia battente. I quattro immigrati saliti in cima a una gru nel centro di Brescia il 30 ottobre scorso, sono ridiscesi ieri sera mentre la folla dal presidio gridava: “Via la polizia”, ma immediatamente sono stati accompagnati in Questura. A sciogliere la vicenda l’intervento degli avvocati degli stranieri, con l’intervento della Curia e dei sindacati. Con questa clamorosa protesta i 4 intendevano porre al governo una questione seria sull’efficacia della sanatoria del 2009 che restringeva alle sole colf e badanti la possibilità di una regolarizzazione. Sabato scorso tre poliziotti sono rimasti feriti durante gli scontri con alcuni esponenti di centri sociali chehannoorganizzato una manifestazione ai piedi della gru. Cariche, violenza e anche un lancio di una bomba carta hanno fatto temere il peggio. «La violenza che è stata fatta contro le istituzioni – ha detto il ministro Maroni prima della discesa – è inaccettabile. Noi non cediamo ai ricatti». «Non possiamo disapplicare la legge o applicare una legge che non esiste perché qualcuno tira delle molotov. Chi non ha i requisiti non potrà avere il permesso di soggiorno ».