Inter, Benitez: Ci abbiamo provato

Benitez ha la faccia di uno che non se l’aspettava, soprattutto perché la partita è cambiata subito e perché in undici contro dieci pensava di farcela. «Il Milan è stato bravo, ha giocato con tanta intensità – dice -. E poi loro hanno qualità e l’hanno messa sul campo. Ma noi ci abbiamo provato, abbiamo giocato al massimo». Ci crede poco anche lui, però. Materazzi è la scelta che, almeno nei fatti, sembra aver deciso tutto. Benitez difende l’ex azzurro e se stesso. «Era l’unico con l’esperienza giusta e il fisico per marcare Ibra – spiega -. Il problema non è mai un giocatore, ma un reparto o l’intera squadra». Ma le critiche fanno male e lo spagnolo non vuole stare lì a prenderle in mezzo all’arena. «È vero, alcuni giocatori non sono al top. Ma abbiamo giocato spesso bene quest’anno; stasera i nostri piani sono andati a ramengo dopo 5’. Volevamo aspettarli, ma non abbiamo potuto farlo». Il fairplay è sempre quello e va anche oltre i complimenti ad Allegri. «Il fallo di Ibra su Materazzi? Difficile sapere quali fossero le intenzioni del rossonero e poi non possiamo più cambiare le cose, speriamo solo che Marco stia bene». È quanto accerteranno nella notte i medici dell’ospedale Niguarda, dove il difensore è stato trasportato al termine del derby. Il colpo allo zigomo subito richiede una serie di controlli, ma Matrix è andato via da San Siro cosciente. Dolorante ma cosciente, un po’ come tutta l’Inter insomma.