Auto in panne, travolto e ucciso davanti alla moglie

Destino crudele per un 48enne, morto schiacciato sotto gli occhi della moglie mentre si trovava con l’auto in panne su una strada vicino all’aeroporto di Pratica di Mare. A ucciderlo una macchina che sopraggiungeva ad alta velocità, guidata da due senegalesi privi del permesso di soggiorno. Il poveretto, che viveva a Torvajanica con la famiglia, faceva il tecnico specializzato in una ditta elettronica di Roma e stava rientrando a casa quando – prima delle tre della scorsa notte – la sua utilitaria ha smesso di funzionare. L’uomo ha chiamato al telefonino la moglie, che lo ha raggiunto con un’altra auto. Il tragico incidente si è verificato mentre la vittima stava cercando di collegare con un cavo le due auto, per trainare la macchina: sua moglie si è salvata gettandosi in una cunetta al lato della strada. Il senegalese alla guida dell’auto killer, 31 anni, era sobrio e non era drogato sebbene abbia ammesso di correre parecchio. Si è fermato per prestare soccorso e dovrà rispondere di omicidio colposo, oltre che della violazione alla legge sull’immigrazione.