Primarie, domenica la sfida a quattro

Il popolo del centrosinistra sceglierà domenica il candidato sindaco che dovrà sfidare Letizia Moratti alle elezioni comunali. Alle primarie di coalizione si sfideranno l’urbanista Stefano Boeri, architetto, 56 anni, appoggiato dal Pd, l’avvocato Giuliano Pisapia, 60 anni, già parlamentare di Rifondazione, il costituzionalista Valerio Onida, 74 anni ex presidente della Corte Costituzionale, e l’ambientalista Michele Sacerdoti, 60 anni espressione dei comitati cittadini. Si vota dopodomani, dalle 8 alle 20, in decine di sedi di partiti, circoli e associazioni, consultabili sul sito www.primariemilano.it. Possono partecipare i cittadini che abbiano piena titolarità del diritto attivo di voto per le comunali, gli stranieri regolari in Italia e domiciliati a Milano e chi compirà 16 anni entro il 23 maggio 2011. A loro verrà chiesto di sottoscrivere le cosiddette Linee Guida e di devolvere 2 euro per le spese organizzative. Per essere ammessi al voto occorre un documento di identità e la propria tessera elettorale. E’ inoltre necessario dare consenso a che il proprio nominativo sia inserito nell’elenco dei partecipanti al voto; i risultati si sapranno domenica sera. Chi vincerà sarà appoggiato dai partiti che hanno promosso le primarie, ovvero il blocco del centrosinistra a eccezione dell’Italia dei Valori che ha preferito non partecipare, né appoggiare alcun candidato. L’obiettivo degli organizzatori è di superare la quota degli 82mila elettori che andarono a votare per le primarie nel 2006, quando l’ex prefetto di Milano Bruno Ferrante venne incoronato per sfidare Letizia Moratti. Intanto, ieri un sondaggio Swg dava Giuliano Pisapia vincente con il 45% seguito da Stefano Boeri con il 42%, mentre un sondaggio Ipr marketing dava in vantaggio l’architetto al 44% contro l’avvocato al 42%.