Ivano: Ho respinto Sabrina, no a relazione sentimentale

"Sabrina voleva stare con me, voleva una relazione sentimentale, ma le dissi di no". Così, ha raccontato agli investigatori, Ivano Russo, il giovane di cui le due cugine Sarah Scazzi e Sabrina Misseri erano entrambe infatuate. Sarah, Ivano: Sabrina voleva stare con me. In un interrogatorio del 20 ottobre scorso Ivano Russo, l’amico di Sarah Scazzi e della cugina Sabrina Misseri, ha raccontato agli investigatori che Sabrina il 20 agosto avrebbe tentato di allacciare con lui una relazione sentimentale, ma il giovane l’avrebbe respinta. Lo riporta "Nuovo quotidiano di Puglia" sul suo sito internet, riferendosi ai verbali depositati al Tribunale del Riesame dalla procura che indaga sull’ uccisione di Sarah Scazzi.

 

Aveva annunciato «rivelazioni clamorose» Cosima Serrano, moglie di Michele Misserie madre di Sabrina, entrambi in carcere a Taranto per l’omicidio di Sarah Scazzi, sua nipote di 15 anni. Rivelazioni che Cosima aveva raccolto durante quasi un’ora di colloquio col marito, e che probabilmente fanno luce sul ruolo che Sabrina ha avuto nell’omicidio. Ma ieri mattina Cosima non ce l’ha fatta, ha avuto un malore e, con un certificato medico, ha chiesto che la sua audizione venisse rimandata. Niente da fare: gli inquirenti hanno ritenuto urgente il suo interrogatorio e si sono recati nella villetta di via Deledda ad Avetrana per ascoltarla. L’audizione è durata poco più di un’ora: «Mio marito Michele non è più lui – avrebbe detto la Serrano ai carabinieri che l’hanno ascoltata – era sotto l’effetto di farmaci e tranquillanti che hanno un effetto destabilizzante» ha aggiunto facendo riferimento anche al fatto che ha coinvolto la figlia Sabrina nell’omicidio. Tutto rinviato a domani per la ragazza. Verso le 9,30 è arrivata in tribunale, ha voluto assistere di persona all’udienza a porte chiuse del tribunale del riesame, chiamato a decidere sul ricorso presentato dai suoi legali, finalizzato a ottenere la scarcerazione di Sabrina: entrambe le parti avranno 2 giorni di tempo in più per visionare nuove carte.