Ciclista travolto, al vaglio filmati delle telecamere

Rilevatori del traffico, stazioni di servizio ed esercizi commerciali lungo la Cristoforo Colombo. Telecamere e filmati al vaglio dei vigili urbani del XII gruppo che stanno tentando di individuare il pirata della strada che all’alba di domenica mattina ha travolto e ucciso con la sua auto – forse un Suv – il ciclista 40enne, Paolo Cascavilla. I vigili urbani hanno già vagliato alcune registrazioni che però, a causa del buio o della posizione della telecamera, non avrebbero fornito elementi particolarmente utili alle indagini. Accertamenti, dunque, particolarmente difficili, ancor più per l’assenza totale di testimoni che hanno assistito all’incidente avvenuto alle 6.30 del mattino. I vigili non escludono che l’uomo dopo essere stato investito da una prima auto possa essere stato colpito anche da un secondo veicolo che transitava sulla Cristoforo Colombo e che non avrebbe visto il corpo riverso sull’asfalto. E mentre continua la mobilitazione di Legambiente che è intenzionata a portare in piazza i ciclisti romani per una manifestazione sotto il Campidoglio, il delegato del sindaco Alemanno per la Sicurezza stradale, Roberto Cantiani, annuncia la convocazione delle associazioni dei ciclisti “allo scopo di valutare insieme soluzioni positive in vista dell’approvazione del piano quadro della ciclabilità previsto entro l’anno”.