Tartufi all’asta come pepite d’oro

Sarà il presidente del Senato, Renato Schifani, l’ospite d’onore della XII asta mondiale del tartufo bianco d’Alba che si terrà domenica al Castello di Grinzane Cavour, nel cuore delle Langhe. L’evento, organizzato dall’Enoteca Regionale piemontese con la Regione, prevede che ogni anno venga creato un ponte ideale tra alcuni dei luoghi più rinomati della ristorazione internazionale, per dare vita ad un’asta unica al mondo e il cui ricavato raggiunge cifre da capogiro (lo scorso anno un solo tartufo da 750 grammi è stato battuto per 100mila euro). Quest’anno il castello di Grinzane si collegherà con “8 e 1/2”, il ristorante italiano più amato a Hong Kong. A guidare l’asta sarà il giornalista Davide Paolini, affiancato da Mara Venier, Massimo Giletti, Lamberto Sposini ed Enzo Iacchetti. Ogni sede avrà cinque tartufi da mettere all’incanto, ai quali ne sarà aggiunto uno, il più prezioso di tutti che sarà conteso in contemporanea in diretta satellitare. Quest’anno, favorito da una buona produzione e dalla tendenza a calmierare i prezzi, il costo sul mercato del tartufo bianco d’Alba è di 180-200 euro all’etto, contro i 370 dell’anno scorso. Una parte del ricavato dell’asta sarà destinato a sostegno dell’istituto Mother’s choice di Hong Kong, alla fondazione nuovo aspedale Alba-Bra e all’Avis di Alba.