Derby, Due rigori e polemiche

Lazio ko, ma resta in vetta. Borriello e Vucinic decidono la partita dal dischetto, ma i biancocelesti protestano per alcune scelte dell’arbitro Morganti. Reja:“I miei giocavano contro dodici”. Confermata la regola non scritta: il derby della Capitale va alla squadra meno favorita. La Roma batte 2-0 la Lazio, con due rigori che decidono la sfida dell’Olimpico, contrassegnata da qualche momento di tensione tra tifosi e forze dell’ordine, anche dopo la partita. Tante polemiche nel finale, per le scelte dell’arbitro Morganti, con il tecnico della Lazio Edy Reja particolarmente velenoso. “I miei dicevano: giochiamo contro dodici avversari”, spiegherà Reja dopo il 90’. Giallorossi in vantaggio al 52’ con Borriello dal dischetto (rigore fischiato per un fallo di mani di Lichsteiner). Poi una traversa per parte, nel finale: al ‘76 la colpisce Simplicio, all’83’ Foggia per i biancocelesti. All’87’ nuovo rigore per la Roma (fallo di Dias su Julio Baptista) e trasformazione di Vucinic, per il 2-0. Nonostante il ko, la Lazio resta al comando della classifica, ma ora i punti di vantaggio sul Milan si sono ridotti a 2. La Roma va al 7° posto con la Samp.