Misseri: Sabrina ha ucciso Sarah, io ho occultato il cadavere

Interrogato in carcere, Misseri lo zio di Sarah Scazzi, ha addossato la responsabilità dell’assassinio alla figlia Sabrina. Lui l’avrebbe solo aiutata a occultare il cadavere. Misseri: sabrina ha ucciso Sarah, io ho occultato il cadavere. La posizione di Sabrina s’appesantisce ulteriormente a tre giorni dall’udienza di martedì prossimo dinanzi al Tribunale del Riesame di Taranto nella quale verrà discusso il ricorso presentato dai suoi legali, gli avvocati Vito Russo e Emilia Velletri, per far annullare l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Taranto Martino Rosati. Proprio in vista di questo appuntamento la Procura ha riascoltato nei giorni scorsi la superteste che accusa Sabrina, Mariangela Spagnoletti, con l’intenzione di mettere in ordine tutti gli elementi che evidenziano la responsabilità di Sabrina nell’omicidio, a cominciare dal movente: la gelosia per l’amico “conteso”, Ivano Russo, che Sabrina nutriva verso Sarah. È stato lo stesso Misseri a chiedere di essere sentito dagli inquirenti nel primo pomeriggio. L’accelerazione improvvisa è arrivata dopo che Misseri aveva parlato per un paio d’ore con il suo legale d’ufficio, Daniele Galoppa, e con la consulente di quest’ultimo, la criminologa Roberta Bruzzone. All’improvviso, tra le 15 e le 15.30, nel carcere di Taranto sono arrivati ufficiali dei carabinieri, il procuratore aggiunto Pietro Argentino e il sostituto procuratore Mariano Buccoliero, titolari dell’inchiesta, e la squadra di polizia giudiziaria. Un paio d’ore più tardi ha varcato l’ingresso della casa circondariale anche il procuratore della Repubblica di Taranto, Franco Sebastio, accompagnato dal comandante provinciale di Taranto dei carabinieri, col. Giovanni Di Blasio. Di recente la figlia maggiore di Michele Misseri, Valentina, dopo averlo incontrato in carcere, aveva annunciato novità, facendo intendere che il padre avrebbe parlato nuovamente agli inquirenti forse per scagionare l’altra figlia Sabrina. Ma l’uomo ieri l’ha smentita affermando che l’omicidio di Sarah è stato organizzato proprio da sua figlia, che dal carcere continua a proclamarsi innocente.