Lascia l’amante Lei gli elimina la moglie

«È una persona diabolica, capace di tutto», ha detto il marito della vittima, Giacomo. Parlando della donna che un tempo era la sua amante. E che da ieri è in carcere, accusata di aver ucciso sua moglie. Otto mesi fa. Marina Patriti, 44 anni, lo scorso 18 febbraio è sparita nel nulla. Un giallo, consumato tra strade tranquille e basse villette a Bruino, 8mila abitanti nel torinese. E che ieri si è concluso con il fermo di tre persone: Maria Teresa Crivellari, ex amante del marito di Marina, e i suoi due presunti complici, Andrea Chiappetta e Calogero Pasqualino. Secondo la Procura, i tre hanno rapito la vittima. Dopo, l’avrebbero uccisa e ne avrebbero fatto sparire il corpo. Sono accusati di omicidio volontario, sequestro di persona e occultamento di cadavere. Secondo i carabinieri, la gelosia sarebbe il movente che ha spinto la Crivellari ad assoldare due uomini e ad uccidere la rivale.