Derby blindato, no al volo dell’aquila

Niente volo dell’aquila “Olimpia” e derby blindato dalle forze dell’ordine. E ancora: potenziamento dei controlli al prefiltraggio e filtraggio e apertura anticipata dei cancelli a mezzogiorno. Sono le misure decise al termine del tavolo tecnico – presieduto dal questore Francesco Tagliente – sul derby Lazio-Roma in programma allo stadio Olimpico alle 15 del 7 novembre. Saranno circa 1.500 – secondo quanto si è appreso – le forze dell’ordine (polizia e carabinieri, in assetto antisommossa) impegnate nei controlli prima, durante e dopo il derby capitolino. In linea con la politica intrapresa dall’inizio del campionato, per testimoniare la piena disponibilità verso le esigenze dei tifosi, la questura – si legge in un comunicato -sta lavorando da settimane per consentire la piena accessibilità e fruibilità dei settori dello stadio e, in particolar modo, alle curve, interpretando il significato sportivo e folcloristico che il derby rappresenta per i tifosi della Capitale. In questa stessa direzione è stata decisa l’anticipazione dell’apertura dei varchi di accesso all’impianto alle 12. Per la tribuna Tevere l’ingresso sarà consentito agli abbonati, alle donne e agli over 60. Nel corso della riunione è stato anche affrontato il tema del volo dell’aquila “Olimpia”. La questura – continua il comunicato – ha condiviso con i rappresentanti dei due club l’opportunità di una diversa esibizione della mascotte che “sarà condotta dall’addestratore”. Le misure di sicurezza decise nel corso del tavolo tecnico comportano anche un innalzamento dei controlli al prefiltraggio e filtraggio, con il potenziamento del numero degli steward. dnews-