Mou a Milano, interisti felici e lui non si fida del Milan

Folla all’areoporto e all’hotel, striscioni a go go . Arriva il Real di Mou, certo, la squadra che ha vinto più Champions, ma arrivano anche il top player Ronaldo, idolo delle ragazzine, e soprattutto un certo Josè Mourinho, che a Milano, nonostante il ‘tradimento’ per le merengues, è ancora amato, e tanto. Dal popolo nerazzurro, of course, ma anche da qualche … rossonero. Ieri in conferenza Ibra si è infatti lasciato sfuggire un «con Mourinho ho avuto un grande rapporto ed ho trascorso un anno fantastico». Anno, anzi anni fantastici, che sono stampati nella mente dei tanti tifosi interisti: «Mou ha lasciato il segno: non scorderò mai la scorsa stagione» ha spiegato un fan accorso a Malpensa, mentre un altro sfoderava orgoglioso una felpa nera con l’immagine del tecnico che fa il gesto delle manette. Poi in conferenza anche lo Special ha palesato un po’d’emozione: «I tifosi dell’Inter devono ringraziarmi, ma io devo fare lo stesso con loro. Qui ho passato un periodo splendido e spero in futuro di giocare a San Sirocontro l’Inter: voglio ritrovare uno stadio pieno di interisti». Poi a proposito della sfida contro gli ex ‘cugini’ rossoneri spiega: «È ovvio che i tifosi del Milan non mi guardino con simpatica, ma non giocherò nella ‘tana del nemico’ ». Aggiungendo poi che «una squadra top perde una volta, è difficile che perda due volte. Quindi sarà un Milan con più motivazione e più pressione rispetto alla gara del Bernabeu». dnews-