Una Juve cinica batte il Milan

La Juventus batte 2-1 il Milan a San Siro con Quagliarella e Del Piero (superato Boniperti). Rossoneri belli all’inizio: poi Binho a vuoto, Pato poco di più, Ibra si sveglia alla fine. La Juve ha personalità ed è cinica, il Milan lotta poco e quando lo fa è troppo tardi. Ne esce una bella sfida, avvincente, che finisce 2-1 per i bianconeri. Dopo sette minuti Ibra si regala una magia. Dribbling di Pato a destra, tocco per lo svedese che calcia al volo: traversa. La risposta della Juve (12’) sta in un tiro da fuori di Melo, che Abbiati ferma in scioltezza. Più pericoloso, invece, il tiro di sinistro di Del Piero al 15’. Parato. Il gol, però, è nell’aria. Ed è un eurogol. A segnarlo è Quagliarella (24’), di testa, su cross da sinistra di De Ceglie. Zero a uno. Il Milan è in affanno. Rischia ancora al 29’: contropiede di Del Piero che però tira debol- mente. I rossoneri si affidano a Ibra, che di forza salta Pepe, ma tira alto. Poi, a inizio ripresa, sempre lui è troppo lento a stoppare e Melo salva. Al 65’ il raddoppio. Quagliarella cambia campo e Sissoko si invola tutto solo verso Abbiati, manca il tiro ma serve Del Piero che la mette dentro. Zero a due. Nel finale la rete di Ibra di testa.