Malasanità, boom di errori un caso ogni due giorni

Se non è un bollettino di guerra poco ci manca: in Italia, in media, ogni mese, si contano 15 casi di presunta malasanità che finiscono sotto la lente d’ingrandimento della Commissione errori: uno ogni due giorni. Non tutti i casi, quindi, ma solo quelli di cui si occupa la Commissione parlamentare presieduta da Leoluca Orlando. In poco più di un anno si contano 242 casi all’esame, di cui 163 hanno provocato la morte del paziente. O per errore del personale medico e sanitario, o per disservizi. Ben 163 vittime, di cui 88 concentrate in due sole regioni: Calabria (50) e Sicilia (38). Gli altri casi sono così distribuiti: 24 nel Lazio, 15 in Campania, Puglia e Lombardia, 14 inV eneto, 12 in Toscana, 9 in Emilia Romagna, 8 in Liguria, 6 in Piemonte, 2 in Friuli e in Abruzzo, 1 in Trentino Alto Adige, Umbria, Marche e Basilicata.