Dopo il sex gate Capello leva la fascia a Terry

Niente sesso, siamo calciatori inglesi. Soprattutto se lo si fa con la ragazza di un compagno di squadra. Così, il sex gate che ha colpito la nazionale inglese costa a John Terry la fascia di capitano. Ha deciso Fabio Capello, «dopo una lunga riflessione, per il bene del gruppo. Devo pensare a ciò che è meglio per tutta la squadra. Terry è stato il primo a saperlo». Dodici minuti di colloquio, la sostituzione con il vice Rio Ferdinand e una risposta che non lascia dubbi: «Rispetto pienamente la scelta di Capello. Continuerò a dare tutto per l’Inghilterra» assicura il centrale del Chelsea, che ha in queste ore, cose più importanti a cui pensare, rispetto alla fascia. Intanto recuperare il rapporto con la moglie e i figli, volati a Dubai lontano dal caos mediatico di questi giorni. Sembrava voler chiedere il divorzio, la signora Toni, ora però pare disposta a perdonarlo. E poi ci sarà il problema di allenarsi e disputare il