Letizia Moratti, stretta sulle automobili, allargare area Ecopass

Le misure strutturali funzionano e il pedaggio per i diesel Euro 4 ha già dato i primi frutti. Ed ora un’ulteriore stretta sulle automobili potrebbe prendere piede. A dirlo è il sindaco di Milano, Letizia Moratti, al termine della riunione antismog al Pirellone: «Abbiamo preso atto che le misure strutturali che abbiamo adottato, la sospensione delle deroghe agli euro 4 stanno dando dei risultati, perché le concentrazioni medie di questa settimana sono inferiori a quelle di settimana scorsa. La nostra linea è quella di continuare a lavorare sulle misure strutturali ». Per questo, ha aggiunto «per ora continua a esserci lo stop alle deroghe ai diesel Euro 4 senza filtro antiparticolato». E in programma nuovi provvedimenti che la stessa Moratti definisce «impopolari», diffusi tramite una registrazione pubblicata su Letizia Moratti 2015, il canale Youtube del sindaco di Milano: «Ecopass è una cerchia piccolissima – dice la Moratti in video rivolgendosi a Stefania Prestigiacomo, ministro dell’A mbiente – basterebbe allargarla. Certo è impopolare, ma se è una misura cheprendiamo insieme con Regione, Provincia e Comune… ». E butta lì, en passant, un’ipotesi che già aveva sollevato polemiche in passato da parte di cittadini e commercianti, quella della congestion charge, ovvero il ticket d’ingresso obbligatorio per certe aree, così come avviene a Londra. «Oppure c’è la congestion charge – dice -. Bisogna far pagare e investire nei mezzi ecologici». Intanto il blocco totale del traffico appare schivato, almeno per ora, sebbene i livelli di Pm10 nell’aria ieri abbiano fatto risuonare l’allarme smog. Le centraline dell’Arpa hanno infatti registrato 80 mg/mc a Città Studi, 70 in via Senato e 76 in via Arese. Ciò nonostante domenica Milano continuerà a viaggiare a motori accesi. Il blocco del traffico della scorsa settimana è «servito in un momento di particolarissima emergenza», ha spiegato il primo cittadino meneghino, scongiurando l’ipotesi di un altra giornata anti-smog. Possibili altre soluzioni saranno prese nel tavolo indetto dal presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino e appoggiato ieri dalla Moratti che riunirà tutti i sindaci della Pianura Padana. Provvedimenti anti smog anche in sede regionale che ha indetto un nuovo incontro con i sindaci de ll ’hinterland milanese per valutare azioni coordinate. Scatta sull’attenti la coordinatrice provinciale e nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà, Chiara Cremonesi: «Qui si prendono in giro i cittadini milanesi. È in gioco la loro salute, priorità assoluta, e considerato che nelle ultime tre settimane a Milano abbiamo respirato un’aria appena decente per soli due giorni, il blocco del traffico, seppur una misura d’emergenza e non certo risolutiva, è una scelta doverosa».