Dall’Agcom diffida al Tg1 il premier querela Report

Una diffida al Tg1 e un richiamo al Tg4 e a Studio Aperto per «il forte squilibrio» a favore della maggioranza e del governo: è la decisione adottata ieri dalla commissione Servizi e Prodotti dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, in base ai dati del monitoraggio sul pluralismo per il periodo luglio-agosto-settembre 2010. «Qualora tale squilibrio perdurasse – ha avvertito l’Agcom- verranno adottati ulteriori provvedimenti». Silvio Berlusconi querela Report. Sul fronte informazione e politica ieri una svolta nella vicenda Report: il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha dato mandato all’avvocato Fabio Lepri di citare in giudizio la trasmissione di Milena Gabanelli su Rai 3 per il servizio diffuso il 17 ottobre scorso sulle ville di Antigua, di proprietà del premier: sarebbe “diffamatorio”. Immediata la replica della giornalista Gabanelli: «Se il premier si ritiene diffamato, è un suo diritto intraprendere tutte le azioni checrede: noi ci difenderemo nelle sedi competenti. La domanda posta nell’inchiesta -era una sola: da chi lui ha acquistato quei terreni. La risposta per il momento non ci pare ci sia». Sempre ieri l’Antitrust ha avviato due distinte istruttorie nei confronti di Rai e Rti (Mediaset) per verificare se il meccanismo del televoto sia trasparente o se, invece, costituisca una pratica commerciale scorretta a danno dei consumatori. dnews-