Pochi minuti e adios Milan

Il Real “gioca” con il Milan e li fa tornare sulla terra. A Madrid succede tutto in 60”: Ronaldo e Ozil chiudono il match a inizio gara. Rivincita tra 15 giorni al Meazza. Basta un minuto e gli italiani sono già protagonisti al Bernabeu: colpa del solito invasore Superman-style, Mario Ferri. Poi scende il buio sulla partita del Milan per 15’: bloccato da Khedira, affettato da Ronaldo, intontito da Ozil, il Milan crolla ma alla fine su due ingenuità: Seedorf non salta in barriera e concede a Cristiano Ronaldo l’1-0 su punizione. Un minuto dopo, su una palla persa da Pato, contropiede delle merengues e facile tap-in di Ozil (con deviazione forse ininfluente di Bonera) su assist ancora del portoghese. I rossoneri reagiscono provando ad attaccare, ma l’unica azione davvero pericolosa è una punizione di Pirlo (Casillas manda sulla traversa). Il copione non muta per niente nella ripresa: nessuna traccia di reazione da parte del Milan e un’altra caterva di occasioni – sprecate – per il Real. L’incantesimo dello stregone Mourinho non è ancora svanito. libero-