Rooney rompe con Ferguson, Milan e Inter alla finestra

La panchina nell’ultima partita, quella di sabato con il West Bromwich, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso: tra Wayne Rooney e Alex Ferguson la rottura è ormai insanabile, tanto che il bomber del Manchester United avrebbe già comunicato al club di non voler rinnovare il contratto in scadenza nel 2012. Da maggio in poi, per Rooney le cose sono precipitate. Stava trascinando i Red Devils in Champions e in Premier League quando un infortunio alla caviglia ha compromesso il suo finale di stagione, rovinandogli anche il Mondiale. Poi, in estate, gli scandali sessuali in cui è stato coinvolto hanno fatto il resto: Rooney non è più tornato sui suoi livelli di rendimento e il rapportocon l’allenatore si è progressivamente deteriorato. Nonostante le recenti difficoltà, però, la notizia di un Rooney sul mercato scatenerà una prevedibile asta tra le big d’Europa già nel mercato di gennaio. In pole position c’è il Real Madrid di Mourinho (che non ha mai mancato di esternare la sua stima per il 24enne di Liverpool), tuttavia non è da sottovalutare l’ipotesi di un clamoroso passaggio ai ricchi cugini del City, una scelta che avrebbe il sapore della vendetta. In seconda linea, ma pur sempre alla finestra, anche Milan e Inter: il club di Moratti, in particolare, potrebbe puntare sull’inglese per il dopo-Milito.