Sos Cgil su cassintegrati «Aumentati del 50,5 %»

A settembre sono oltre 640 mila i lavoratori in cassa integrazione, che hanno subito, nei primi nove mesi dell’anno, un taglio netto del reddito per oltre 3,5 miliardi di euro, più di 5.500 euro per ogni singolo lavoratore. All’indomani del corteo della Fiom Cgil che ha riversato nelle strade diRoma centinaia di migliaia di manifestanti – tute blu ma non solo – contro l’accordo di Pomigliano e la soppressione dei diritti dei lavoratori, il sindacato lancia l’allarme cassintegrati. «Senza risposte, avanti con lo sciopero generale» aveva detto dal palco romano Guglielmo Epifani, nel suo ultimo intervento da segretario generale della Cgil. E ieri i dati forniti dall’Osservatorio Cig della Cgil ha confermato la criticità del momento. Nel periodo gennaio-settembre l’aumento complessivo delle ore di Cig è stato del +50,5%, sullo stesso periodo del 2009, per un totale di 925.673.480 ore autorizzate: un trend che porterà "il cumulo delle ore del 2010 ben oltre il miliardo". Rispetto al mese precedente (agosto) l’aumento è stato del +34,8%, per un totale di ore pari a 103.228.193.