Il premier e le ville, bufera Report

Si torna a parlare di società offshore, paradisi fiscali e misteriose triangolazioni di affari. Stavolta però non si tratta della casa di Montecarlo abitata dal cognato di Fini. Nell’occhio del ciclone finisce Report che presenta un’inchiesta sulle proprietà immobiliari di Berlusconi ad Antigua. Il dubbio sollevato dalla trasmissione è che le ville ai Caraibi siano state acquistate da una società offshore del premier per aggirare il fisco. Ma già prima della messa in onda del servizio, i fedelissimi del premier hanno attaccato il programma di Milena Gabanelli. «Accuse inconsistenti e diffamatorie – ha detto l’avvocato del premier Ghedini – è grave se la Rai manda in onda il servizio senza contraddittorio». Secca la replica dell’autrice del programma: «Non capisco come si possa parlare prima di averlo visto». Alla fine Report è andato in onda e ha ricostruito i passaggi di denaro dai conti di Berlusconi verso la banca svizzera Arner e poi al di là dell’oceano. Oltre 20 milioni che non trovano però corrispondenza nei contratti ufficiali stipulati per l’acquisto di immobili nell’isola caraibica, dove il premier possiede una lussuosa villa. «Ci chiediamo – spiega la Gabanelli – se i 22 milioni di euro portati dal nostro premier ad Antigua corrispondono al reale valore di mercato di ciò che ha acquistato, a chi li ha versati e chi è il proprietario di mezza isola. Se per mesi si è parlato di un appartamento di 55mq a Montecarlo, allora questa è un’opacità che il presidente del Consiglio avrebbe il dovere di dissipare». Per Ghedini le operazioni sono regolari, dimostrabili attraverso un’ampia documentazione. Ma è l’intervento preventivo del legale del Cavaliere ad aver allertato l’opposizione. «Un altro attacco alla libertà di informazione» – ha commentato il capogruppo Pd alla Camera Franceschini.