Influenza, nessun rischio l’Australiana sarà leggera

L’influenza quest’anno non sarà pandemica e inizierà ai primi di novembre. Dai due ai cinque milioni gli italiani che saranno colpiti dai tre virus in circolazione. Numeri non lontani dalla media dell’ultimo decennio. Il picco è previsto a Natale. Lo fanno sapere Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di Medicina generale e Fabrizio Pregliasco, professore di Virologia all’Università degli Studi di Milano. «Bisogna arginare gli allarmismi dell’anno scorso riguardo l’influenza A che poi si è dimostrata non devastante – ha spiegato Pregliasco -. Il virus non ha ancora completato l’opera e tornerà con l’inizio di novembre, colpendo il 25% della popolazione. Altri due virus stanno arrivando dall’Australia e li aspettiamo con il cambio di temperatura pre-natalizio ma non si prevede che causeranno danni consistenti». L’influenza sarà caratterizzata da febbre oltre 38 gradi e tosse. dnews-