Lippi: A maggio decido se resto in Nazionale

«Quello che conta è solo il mondiale 2010. A me interessa solo fare un buon mondiale in Sudafrica». Così Marcello Lippi, a Catanzaro per ricevere il Premio Ceravolo, risponde a chi gli chiede quale sorpresa attendersi in vista dell’appuntamento iridato. «Le sorprese – aggiunge Lippi – non sono tali se vengono rivelate. Bisogna aspettare il momento giusto. Posso dire che ci sono tante idee in testa, ma per il 70% la Nazionale è fatta. Ci sono sei o sette giocatori sui quali dovrò decidere, da scegliersi fra la ventina che sto seguendo e che stanno giocando molto bene. A maggio sceglierò quelli nelle condizioni migliori». «Nel frattempo – conclude il ct azzurro – è giusto che ognuno si sbizzarrisca sponsorizzando il proprio beniamino. Ripeto: a maggio prenderò le mie decisioni». E la Juve? «Adesso bisogna solo pensare ai mondiali». A proposito di Juve, ieri ha parlato Gigi Buffon: «Siamo tutti colpevoli, l’esonero di Ferrara è stata una sconfitta. Zaccheroni non ha la bacchetta magica, ma ci aiuterà».