Università, slitta la legge Gelmini

Niente fondi per i ricercatori. Scioperi, scuola domani in tilt. Università, slitta la legge Gelmini. Slitta ancora di un giorno la discussione del Ddl Gelmini alla Camera: i lavori, fissati per oggi dopo un primo slittamento di 10 giorni, partiranno invece domani. Gli universitari esultano ma assicurano: «abbiamo vinto solo la prima battaglia». La bocciatura questa volta è arrivata dalla Ragioneria Generale dello Stato, che non ha accettato le modifiche apportate a Montecitorio alla riforma, riguardo alla copertura economica sul piano di sei anni di concorsi per nove mila ricercatori universitari. Un nuovo stop che potrebbe allungare ulteriormente i tempi, in vista anche della sessione di bilancio. «E’ solo una battaglia vinta, la guerra è ancora lunga – ha commentato Claudio Riccio del Link coordinamento nazionale universitario – oggi saremo in sit- in a Montecitorio, con occupazioni di rettorati e mobilitazioni in molti atenei. A Bari ad esempio i ricercatori bruceranno i loro curricola mentre a Torino ci saranno blocchi della didattica e flash mob». Caos anche nel mondo della scuola: domani in sciopero elementari, medie e superiori. leggo-