‘Benvenuti al sud’ fa boom remake del film d’Oltralpe

Incredibile. Il film francese piace all’Italia che ne fa un remake, che poi però piace alla Francia che ne riacquista i diritti. Sta tutto nell’inevitabile successo di “Benvenuti al Sud”, il film di Luca Miniero distribuito da Medusa con Claudio Bisio, Anna Finocchiaro e Alessandro Siani rifacimento del celebre “Giù al nord” (‘Bienvenue chez le Ch’tis’) di Dany Boon. Ma che la società cinematografica Pathè abbia già acquistato i diritti per un eventuale adattamento non è l’unica novità della giornata di ieri che ha confermato un successo ai botteghini da oltre 10 milioni di euro. L’anno prossimo ci sarà un sequel “al contrario ”. Sarà “Benvenuti al Nord”, una coproduzione tra la stessa Medusa Film e la tedesca Constantin Film, in collaborazione con Cattleya, sempre per la regia di Luca Miniero. Invariato anche il cast che resterà comunque aperto ad una eventuale ‘new entry’. Gli incassi intanto fanno diventare il film terzo da inizio stagione soltanto dietro a Shrek 4 e Toy Story 3. «All’inseguimento dell’orco verde», ha commentato il regista. E dopo il 22% in Campania e in Puglia, ha raggiunto il 16% della quota di mercato anche in Lombardia (e nel NordEst non supera ancora il 7%). «Ho pensato a fare un film con una storia, una struttura narrativa non ad un insieme di gag – dice all’Ansa Miniero – riportando quelle del francese Giù al nord di cui questo film è remake italiano. Più che a quel film io ho pensato a Totò e alle atmosfere dei film di Luigi Comencini». Un film divertente anche da girare. «Esilarante, tanto è vero che il dvd sarà pieno di scene comiche tagliate al montaggio per non rallentare il ritmo della storia. Ci rendevamo conto che sarebbe stato un film divertente, ma non fino a questo punto». dnews-