Schiacciasassi Italia, è semifinale

Tutto vero. L’Italvolley approda alle semifinali del campionato del mondoe lo fa con autorevolezza, quella che serve per affrontare con la giusta mentalità la corazzata Brasile. La squadra di Anastasi ha sconfitto la Francia con il punteggio di 3-1 (25-18, 25-20, 25-27,25-19) facendo divertire gli 11208 spettatori presenti al Palalottomatica di Roma. Si è visto grande spettacolo sugli spalti, mentre in campo c’è stata tanta sostanza da parte di una squadra libera da paure e finalmente in grado di giocare al massimo. Sabato sempre a Roma si giocherà contro i sudamericani per un posto in finale che manca dal 1998. I carioca hanno macinato la Germania con una grande prova di forza (3-0 25-17, 25-20, 25-19) ma gli azzurri potranno sfruttare la carica dei tifosi, gli stessi che come da tradizione di questi mondiali cantano l’inno nazionale ben oltre i 45’’ previsti dal protocollo. L’Italia firma il proprio ‘settebello’: settimo successo di fila dei campionati iridati. Il ct conferma Parodi e Sala nel sestetto iniziale e sceglie di far riposare Cernic. Stavolta l’Italia non inizia con il freno a mano tirato. Vermiglio gestisce gli attacchi con ottima alternanza trovando soprattutto in Savaniuna bocca da fuoco estremamente precisa. Al primo time out tecnico il vantaggio è già sull’8-3 e la Francia è troppo timida per intimidire la difesa azzurra, che sfodera un murodi grande livello. Fei sembra in buona giornata e dal 18-11 il set scivola via senza patemi fino al 25-18. Anche nella seconda frazione non si spegne l’energia degli azzurri che prendono da subito un buon vantaggio. Vermiglio continua a gestire i palloni con lucidità e trova anche un ace: dall’8-7 il break sale fino al 16-10 e l’onda emotiva del Palalottomatica trascina con il suo entusiasmo alla conquista del secondo punto dell’incontro. I transalpini vacillano come un pugile duramente colpito ma rimangono in piedi e tentano il tutto per tutto nel terzo set, dove ritrovano il ritmo partita portandosi, con un break di 5-0, avanti 12-17. L’Italia sonnecchia ma Mastrangelo riporta la situazione in parità (21-21). L’Italia arriva al primo match point ma viene rimandata al set successivo. Il momento di difficoltà azzurra continua: il parziale segna 5-10 per la Francia, ma la reazione arriva grazie a Lasko e Savani. Prima arriva il pareggio (12-12), poi ancora Lasko, irresistibile, rilancia il vantaggio dei padroni di casa, che prendono il pallino del match e non lo mollano più fino all’ultimo determinante errore dei francesi che vale un posto tra le prime quattro per la squadra italiana. dnews-