Wi-fi, internet entra a scuola. Gratis

Il wi-fi entra a scuola. Una rete gratuita per far navigare studenti e professori della Capitale. Un progetto firmato dalla Provincia che punta ad un traguardo rivoluzionario. «Vogliamo che Roma diventi la Capitale del wi-fi – dice Nicola Zingaretti – ad oggi sono 315 in tutto il territorio provinciale (500 entro la fine dell’anno) le aree dove si può navigare gratis senza fili, all’aperto o al chiuso». Moltissimi i punti raggiunti dal servizio: tra questi c’è il Pantheon, Largo Argentina, Campo de Fiori, piazza del Popolo, il Foro Traiano, Fontana di Trevi, piazza di Spagna, il Teatro Marcello, la Bocca della verità, piazza Venezia e poi piazza Trilussa, villa Borghese, Piazza di Siena, o come la Casa del Cinema, la Casina Valadier o il parco dell’Appia Antica. Per non parlare di ospedali, spiagge e università: «Ma ora è giunto il momento di entrare a scuola – continua il presidente della Provincia – il progetto è già pronto. E inizieremo proprio da una delle scuole simbolo della Capitale, il Giulio Cesare. Poi valuteremo le richieste di ogni singolo consiglio di istituto». Naturalmente internet senza fili non arriverà – per ovvie ragioni – nelle classi, ma in punti definiti con i presidi: «Pensiamo alle biblioteche, alle aree didattiche, ai laboratori – dice Zingaretti – certo non pensiamo di poter distrarre i ragazzi dalle lezioni…». Non solo cyber school però: «Il nostro progetto è investire nella scuola – sottolinea il presidente – per questo anche quest’anno, nonostante i tagli del governo ai nostri fondi, non abbiamo tolto un solo euro per i nostri istituti».Pasqualetti/leggo-