Trappola d’acqua nel sottopassaggio: perdono la vita a Prato 3 donne cinesi

Niente lutto cittadino, è polemica. Un disperso a Genova. Trappola d’acqua nel sottopassaggio: perdono la vita a Prato 3 donne cinesi. Il maltempo continua a flagellare l’Italia e causa anche le prime vittime. Tre donne, di nazionalità cinese, sono morte a Prato a causa dell’ondata di pioggia che sta investendo la zona. Un muro di acqua e di fango le ha travolte mentre andavano a lavorare, in un sottopasso ferroviario di Prato, divenuto un pozzo profondo cinque metri per le forti precipitazioni che si sono abbattute sulla Toscana la notte scorsa. Le vittime sono le sorelle Donglan Wang, 42 anni, e Jilan Wang, 50 anni, più la figlia di quest’ultima Chengwei, 24 anni. La loro vettura è rimasta intrappolata e per le tre non c’è stato scampo, anche se una di loro ha tentato di fuggire. Ora a Prato divampa la polemica per la mancata proclamazione del lutto cittadino: l’associazione Associna, che cura gli interessi degli orientali, ha criticato il sindaco di centrodestra, Roberto Cenni, che però ha deciso di esporre dal municipio le bandiere a mezz’asta. Se la Toscana conta i morti, in Liguria continuano le ricerche di un disperso travolto da una frana nel Ponente battuto dal maltempo; tra i detriti sono stati trovati lo scooter e lo zaino dell’uomo, un dipendente di una cava. Landi/leggo-