Un altro crac: Gilardino lascia Coverciano

Per constatare il periodo nero non basta scorrere la classifica. Forse persino più allarmante è la lista dei presenti in infermeria. Al lungo elenco degli infortunati di lungo corso (l’operazione di Jovetic di ieri in Germania è riuscita perfettamente ed il giocatore rientrerà tra sei mesi quindi non prima di aprile) si sono aggiunti due nazionali, rimandati indietro ancor prima di poter fare anche un solo allenamento. Il primo è più preuccupante stop è quello di Alberto Gilardino, che nel pomeriggio di ieri ha lasciato il ritiro di Coverciano. Il bomber viola è stato diagnosticato un risentimento muscolare al polpaccio, ed una volta visitato dallo staff medico della nazionale, è tornato a casa e riconsegnato nelle mani del club gigliato che da ieri si sta occupando del giocatore. Si spera di recuperarlo per la prossima giornata di campionato, in programma domenica 16 a Genova contro la Sampdoria. Ma i dubbi sono tantissimi. Ma per uno che torna ce n’è un altro che parte, lasciando perlplessi l’ambiente viola. Juan Manuel Vargas, assente nella partita di domenica contro il Palermo, è volato in Perù dove i medici della sua nazionale hanno sentenziato che il suo problema fisico si risolve in soli quattro giorni, e non in dieci come aveva previstto il dottor Paolo Manetti, responsabile dello staff medico della Fiorentina. Se non sarà schierato sabato contro la Costarica, il ct Markarian si dice certissimo di poterlo utilizzare mercoledì 13 contro Panama. Capitolo De Silvestri: il ct dell’Under Casiraghi crede di poter risolvere il problema del terzino, uscito per un problema al polpaccio nel match contro il Palermo. Ma non è escluso che il romano verrà rispedito a casa. (T.Bom.)