Inter, Lucio e J. Cesar verso il recupero

«Ho visto molto bene l’Inter. Mi è piaciuta ed era molto importante vincere per far punti nel girone di Champions». Così Massimo Moratti ha promosso i nerazzurri dopo il poker rifilato al Werder Brema in Champions League. La goleada non ha però permesso a Rafa Benitez di godersi appieno la serata, a causa degli infortuni e le consecutive sostituzioni di Julio Cesar e Lucio, usciti anzitempo per problemi muscolari. Dall’infermeria dell’Inter, però, arrivano notizie confortanti sulle condizioni dei due brasiliani. Oggi saranno ulteriormente valutate le loro condizioni ma non è impossibile un recupero dei due titolari per il match con la Juve. Ieri, i nerazzurri impegnati mercoledì sera hanno goduto di una giornata di riposo, mentre ad Appiano Gentile otto giocatori di Benitez che non hanno preso parte alla sfida contro i tedeschi hanno svolto sedute di allenamento personalizzate, secondo le esigenze individuali: Marco Materazzi, Diego Milito, Thiago Motta, Obiora Nwankwo, Goran Pandev, Nelson Rivas, Walter Samuel e Javier Zanetti. E proprio Zanetti e Milito dovrebbero riuscire a recuperare per il posticipo: «La contrattura alla coscia non era sparita, giocando avrei rischiato, ma contro la Juve sono fiducioso di farcela», ha dichiarato il Principe, mentre osservava da bordo campo i numeri di Samuel Eto’o. Nella prima stagione all’Inter, il camerunense era andato a bersaglio sedici volte, oggi è l’attaccante più prolifico del calcio italiano con 11 reti già segnate (5 in campionato, 4 in Champions e 2 in Supercoppa di lega) in 9 gare ufficiali e precede in classifica l’attaccante del Napoli Edinson Cavani, a 8 reti dopo il gol di ieri sera. Da un record all’altro, quella di mercoledì per Eto’o è stata la prima tripletta con la maglia del Biscione. Intanto, è Luca Banti, della sezione di Livorno, l’arbitro designato per Inter-Juventus: la cabala dice che con lui i nerazzurri campioni d’Italia sono usciti sempre imbattuti negli otto incontri disputati.