Berlusconi: Bossi faccia il ministro

Porci e bighe, richiamo di Berlusconi. Pronta la mozione di sfiducia. Bossi faccia il ministro. Berlusconi richiama all’ordine Bossi. In una nota, Palazzo Chigi fa sapere che il premier ha rassicurato il sindaco di Roma Alemanno e ha ribadito come quella del Senatur fosse soltanto «una battuta». Il Presidente Berlusconi ha però sottolineato di avere «raccomandato ai ministri di tenere un comportamento sempre e doverosamente istituzionale». Ma le scuse del leader leghista a Roma e ai romani non sono mai arrivate. «A me non interessano le scuse di Bossi, ma impegni precisi del governo per Roma Capitale» dice Alemanno. Intanto il Partito democratico ha presentato la mozione di sfiducia contro Bossi perché le sue affermazioni sui «romani porci» sono «evidentemente incompatibili con la carica di ministro della Repubblica». «Probabilmente la voteremo» annuncia Pier Ferdinando Casini al termine della riunione alla Camera del gruppo Udc. Ieri Bossi è andato a tastare il polso della sua gente a Radio Padania, collegandosi in diretta con gli ascoltatori sul tema della sua battuta sui romani. E ha raccolto, come era prevedibile, decine di consensi.