Oscar della musica: Trionfa Beyoncé con 6 premi ed entra nella storia

Beyoncé Knowles, o semplicemente Beyoncé, entra nella storia del pop. E lo fa dalla porta principale, nella notte dei Grammy Awards – volgarmente gli Oscar della musica, assegnati allo Staples Center di Los Angeles – durante i quali porta a casa sei premi, tra cui tra cui quello di canzone dell’anno (Single Ladies), diventando così l’artista femminile ad avere vinto più grammy nella stessa edizione. Il trionfo di Beyoncé riesce quasi ad oscurare quello di Taylor Swift, in Italia ragazza poco nota, ma in America una stella a tutti gli effetti: la cantante country americana brinda alle quattro statuette conquistate, tra cui quello per il migliore album e quello per il migliore album country. La Swift diventa così la più giovane artista nella storia, a soli 20 anni, a vincere il grammy come migliore album dell’anno. E Lady Gaga? Si presenta con look da censura la protagonista indiscussa della stagione musicale. I vestiti e le acconciature da film horror le permettono di trionfare in due categorie (poco musicali), coreografia e suoi balletti. Grammy al femminile dunque, anche se il premio più importante e prestigioso della serata, a sorpresa, va ai Kings of Leon: il quartetto del Tennessee si aggiudica il premio di disco dell’anno, con Use Somebody, diventando la prima band di Nashville, luogo sacro per gli amanti del rock, a vincere la prestigiosa onoreficenza. La serata, che assegna anche il premio alla carriera a Neil Young e quello al più grande successo del ventunesimo secolo, The 21st Century Breakdown dei Green Day, vede poi due momenti particolari: l’esibizione che incanta di Andrea Bocelli (un italiano ai Grammy è una rarità) e il tributo a Michael Jackson, con Carrie Underwood, Celine Dion, Jennifer Hudson, Smokey Robinson e Usher a cantare le sue canzoni in chiusura di serata.