Roma-Inter, Ranieri: “Guariti? No, ma che bella medicina…”

Tre punti al 92′ per scacciare la crisi. E’ questo il desiderio in casa Roma, dove gli animi sono entusiasti per aver battuto con passione la temibile Inter. Raggiunto da Sky Sport, Claudio Ranieri, tecnico giallorosso, ha dichiarato: "Guariti? No, ma preso una buona medicina. Battere l’Inter ci fa sempre bene. Abbiamo vinto all’ultimo sospiro, il che la dice lunga sul fatto che siamo coesi e pronti a fornire grandi prestazioni. Ringrazio i ragazzi per aver stretto i denti. Il risultato ti dà punti in classifica e tutte queste cose qua, ma i ragazzi sanno che posso essere contento anche con una sconfitta, se la squadra lotta e dà tutta se stessa. Totti? Ha lottato come un leone ed è un punto di riferimento importante, ma l’azzardo di sostituirlo è stato quello di qualunque allenatore. Stava giocando bene, ma ho messo Vucinic puntando sulla sua velocità. Mi sono detto: manca un quarto d’ora, proviamo a vincerla così. E’ normale che un giocatore sostituito ci resti male, ma domani, a mente fredda, sarà tranquillo". "Tatticamente – ha detto poi Ranieri -, dico che non ho mai sposato un modulo, ma i calciatori. Non ho un modulo fisso, e nella mia carriera ho sempre cercato di adattarmi ai giocatori che ho. Voglio schierare campioni, sì, ma con equilibrio. Mi piacerebbe provare il 4-3-3, ma non dobbiamo scoprire le fasce. Potremmo cambiare spesso sistema di gioco: non mi ancoro o affeziono ad una sola scelta tattica. L’importante è che la squadra faccia bene. Oggi è importante aver ritrovato tutti. Rosa più ampia dell’anno scorso? Insomma, così così…". (calciomercato.it)