Airbus 300 finisce fuori pista a Palermo

L’aereo sarebbe uscito di pista a causa della pioggia che sta flagellando il capoluogo siciliano. Tre persone hanno subito lievi escoriazioni alla testa e al naso. Un Airbus 300 della compagnia aerea low cost Wind Jet è uscito fuori pista mentre atterrava all’aeroporto Falcone e Borsellino di Palermo nella serata di ieri. Sul velivolo, proveniente da Roma Fiumicino, c’erano 143 persone. I passeggeri sono stati evacuati con gli scivoli di emergenza. Dieci di loro sono stati accompagnati in infermeria, ma le loro condizioni sembrano buone: soltanto lievi escoriazioni al viso e alla testa, dovute per lo più al violento impatto contro i sedili. La versione ufficiale della compagnia è che sono state le pessime condizioni atmosferiche e il temuto wind shear – una variazione improvvisa del vento in intensità e direzione a determinare l’uscita di pista del velivolo, «e solo la grande preparazione del pilota ha permesso di tenere l’aereo in assetto». Ma emerge anche un’altra versione avvalorata dalle testimonianze dei passeggeri e valutata dai tecnici, in base alla quale il velivolo avrebbe anticipato l’atterraggio, forse anche sbagliato il punto in cui compiere la manovra: si sarebbe così rotto il carrello e il mezzo sarebbe scivolato sulla pancia per 600-700 metri, finendo fuori pista. Scene di panico e urla, intanto, tra i passeggeri dell’aereo. A quel punto si sono aperti i portelloni, sono stati allestiti gli scivoli e i passeggeri sono andati a piedi – hanno raccontato – sotto la pioggia, prima che arrivassero le navette. L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv), che ha il compito di svolgere indagini tecniche nell’ambito dell’aviazione civile, ha aperto un’inchiesta sull’accaduto.