«Non esiste alcuna Roma ladrona combatteremo ogni parassitismo»

«Non esiste affatto la Roma ladrona che alcuni si ostinano a stigmatizzare. Roma è largamente e generosamente creditrice rispetto al resto della comunità nazionale. I dati del gettito fiscale della città mostrano 35 miliardi di euro di versamenti allo Stato, a fronte di trasferimenti di poco superiori a un miliardo e 600 milioni, con un rapporto di 1 a 22». Alemanno, nel corso delle celebrazioni per i 140 anni di Roma capitale, è stato perentorio. «Suonano non solo dissennate ma addirittura autolesioniste – ha detto – le invettive politiche che puntano a depotenziare il ruolo di Roma capitale. Roma capitale d’Italia è prevista nella Costituzione. È impensabile distribuire le sedi centrali dei ministeri su tutto il territorio nazionale. Non bisogna confondere Roma con le zone opache delle istituzioni statali. Roma farà la sua parte cercando di combattere ogni forma di parassitismo, assistenzialismo e illegalità». Sulla cerimonia che si è svolta a Porta Pia alla presenza del segretario di StatoVaticano, Tarcisio Bertone, Alemanno ha parlato di un «particolare valore, anche se non si tratta più di rimarginare la ferita storica del conflitto tra Stato italiano e Santa Sede. Il compito di oggi ulteriore e più importante, è far interagire sempre più profondamente la storia risorgimentale, l’amore patrio e le virtù repubblicane, con la cultura cattolica e tutto ciò che essa laicamente rappresenta per quel nuovo umanesimo più volte invocato da Papa Benedetto XVI». -dnews-