Telecom punta sui servizi It e sfida Google e Amazon

Telecom per crescere non può più fare solo il fornitore di connettività, ma deve puntare a far concorrenza a Google e Amazon. Il gruppo «cambia pelle», dice l’amministratore delegato Franco Bernabè spiegando che l’azienda «non può vivere di connettività» e vuole «diventare fornitore di servizi a 360 gradi». Questo non cambia il piano industriale di Telecom presentato due anni fa: l’obiettivo resta quello di «ridurre il debito e ripristinare le condizioni di crescita per far ritornare Telecom Italia quello che era 10-15 anni fa, e consentire al Paese di fare il salto qualità come infrastruttura e innovazione».E qui si aggancia il discorso sulla rete di nuova generazione, in fibra ottica, per la quale Telecom difende il suo ruolo di protagonista. «La Ngn la facciamo noi», ribatte secco Bernabè, a chi gli chiede un commento sulle difficoltà di trovare un accordo con gli operatori alternativi. Bene i progetti coi concorrenti, bene il tavolo del Governo ma «noi non deleghiamo a terzi una responsabilità, che è nostra, di infrastrutturare il Paese». Domani l’ad di Telecom sarà in audizione in Agcom (poi giovedì toccherà agli operatori alternativi), ed è probabile che presenti all’Authority il suo piano per lo sviluppo della Rete. In questo quadro si inserisce la piattaforma lanciata ieri di «cloud computing», la cosiddetta «nuvola italiana», un progetto che riguarda le grandi imprese pubbliche e private italiane e che consiste nella centralizzazione delle risorse di calcolo e permette alle aziende di usufruire dei servizi in modalità «on demand» e «pay per use», «aumentando le potenzialità – spiega Bernabè – e riducendo i costi fino all’80 per cento». L’obiettivo è di far crescere questo nuovo core business nei prossimi due anni e arrivare a «una crescita profittevole degli investimenti» nel 2012-2013. Quello di cui si parla, i servizi di It management, è un mercato del valore di circa 300 milioni di euro al 2012, con un tasso di crescita medio annuo2009-2012 di circa il 20 per cento. Telecom ha investito finora 30 milioni di euro. (unita)