Profumo verso l’addio: oggi il cda straordinario

Unicredit, stretta dei soci sulla scalata dei libici. Profumo verso l’addio: oggi il cda straordinario. Unicredit alla resa dei conti. Oggi, nel cda straordinario, l’ad Alessandro Profumo potrebbe dimettersi. Il banchiere, nel mirino dei soci per l’operazione con cui all’insaputa del presidente Dieter Rampl i libici hanno rafforzato la loro presenza nel capitale, è a un bivio: fare un passo indietro o aspettare l’esito del Cda. Profumo si era difeso dicendo di non aver sollecitato lui la crescita dei libici. Questi ultimi ora, considerando anche la quota in mano alla Banca Centrale del paese nordafricano, hanno più del 7,5% del capitale di Unicredit. In caso di un’uscita di Profumo, è possibile che le deleghe, in attesa che venga individuato un successore, siano assegnate a Rampl.