Filmava le gambe delle donne vicesindaco scoperto all’Ipercoop

Doveva essere un impulso irrefrenabile quello che spingeva Pietro Aleotti, 65 anni, a filmare le gambe delle clienti in un ipermercato all’insaputa delle vittime. Era ben consapevole del fatto che lui, personaggio pubblico, se un giorno fosse stato scoperto avrebbe rischiato più di un cittadino qualunque, dal momento che ricopriva la carica di vice sindaco. E così è stato. Sorpreso dalla vigilanza interna del grosso centro commerciale in cui agiva, Pietro Aleotti, segretario della sezione di Mantova del Movimento federalista europeo e vice sindaco di Suzzara – grosso centro industriale della provincia di Mantova -, è stato denunciato alle autorità e si è subito dimesso dall’incarico comunale. La dinamica Aleotti è stato sorpreso sabato scorso all’interno dell’Ipercoop dagli uomini della security, mentre con il suo telefonino, riposto nel cestello della spesa ma con la modalità “video” attivata, si aggirava tra gli scaffali filmando le gambe delle donne da sotto le gonne. Immediatamente è partita contro di lui una denuncia per molestie. Secondo quanto è trapelato, la vigilanza interna dell’ipermercato teneva sott’occhio da tempo il vice sindaco dopo che alcune clienti avevano segnalato lo strano vizietto dell’uomo. «È stata una leggerezza – si è giustificato Aleotti, vedovo, un figlio, in carica da un anno in una giunta guidata dal Pd con deleghe anche ai lavori pubblici e al personale -, ma sono sereno e credo che presto tutto si chiarirà. E per non coinvolgere l’amministrazione mi sono già dimesso da ogni incarico». -dnews-