Pivetti, ora la Prof diventa una ladra

Veronica Pivetti è una sorta di Robin Hood in gonnella: «Rubo ai prepotenti per aiutare i deboli». L’abbiamo vista nei panni di un’insegnante con il fiuto del detective nelle tre stagioni de La prof (la quarta si comincia a girare a metà novembre), in quelli di una moderna Befana in Miacarabefana.it (di cui è già pronto il seguito, in onda il prossimo 5 gennaio) e ora sarà una sorta di Robin Hood in gonnella nella nuova fiction La ladra, 6 puntate dirette da Francesco Vicario e prodotte dalla Endemol, al via domenica 19 settembre in prima serata su Raiuno. Viene da pensare che Veronica Pivetti si sia specializzata nelle serie dove trionfano i buoni sentimenti, anche se stavolta «il discorso non è buonista ma buono, siamo leggeri ma non superficiali» chiarisce l’attrice, spiegando che i colpi messi a segno dal suo personaggio, tranquilla ristoratrice di giorno e abile ladra di notte (con la complicità di tre amiche), «mirano a vendicare chi ha subìto un’ingiustizia, ad andare in aiuto dei più deboli. Ogni giallo si conclude con lo sberleffo ai danni dei prepotenti, perché l’ironia è l’arma migliore, l’unica che può disarmare». Una commedia per famiglie come le altre, insomma, ma la Pivetti non esclude la possibilità, prima o poi, di un cambio di registro. Anzi: pare che ci sia già un progetto in tal senso. «Mi piacerebbe moltissimo fare un ruolo drammatico e infatti con Endemol ci stiamo già pensando» anticipa, senza aggiungere altro ma avvisando che «appena arriva mi ci tuffo come un tuffatore». Non resta che aspettare, dunque. -leggo-