Monito dal Colle «Che il governo vada avanti con il mandato»

«Il ricorso al popolo non è un balsamo per ogni febbre. È bene se il governo prosegue il suo mandato». Così il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha frenato le ipotesi di voto anticipato auspicando che un armistizio consenta di proseguire la legislatura. «Già a metà agosto – ha detto il Capo dello Stato – avevo suggerito alla riflessione di tutte le forze politiche l’interrogativo su quali potessero essere le conseguenze per il Paese del precipitare della situazione verso un vuoto politico e verso un durissimo scontro elettorale». Ma ieri a Salerno Napolitano ha anche voluto precisare le regole e i doveri di una politica che spesso lo ha chiamato in causa a sproposito. «Contro di me ad agosto ci sono state polemiche non garbate», ha accusato. «Si sono succeduti per settimane, ogni giorno, interventi in allusiva polemica nei miei confronti – ha proseguito il Presidente – Si è mostrato stupore per il fatto che il Capo dello Stato non apparisse pronto, con la penna in mano, a firmare un decreto di scioglimento delle Camere ». Ma chi invoca simili cose, ha spiegato , trascura il valore della stabilità. «La vita di un Paese democratico deve essere ordinata secondo regole per potersi svolgere in modo fecondo. E tra le regole vi è quella di una durata prestabilita delle legislature parlamentari».Adesso che tutto sembra alle spalle, Napolitano ha espresso «apprezzamento per la volontà manifestata da Berlusconi di andare avanti. Lo dico senza tornare su altri aspetti delle polemiche agostane, come quelli relativi al modo di intendere certe mie prerogative, quali prescritte dalla Costituzione ». Il Presidente, infine, è tornato sul federalismo, dicendo che bisogna fermare quella che chiama «la penosa disputa contabile fra Nord e Sud». «Sul federalismo – ha continuato – bisogna smetterla di giocare con le parole. Si deve attuare il titolo quinto ma quando si parla di federalismo solidale ogni volta che il parlamento vara i provvedimenti, il senso di queste parole deve essere mantenuto». -dnews-