Sorrisi e charme: Elisabetta applaude il suo Gianfranco

Le gambe accavallate, le mani giunte. Così Elisabetta Tulliani, compagna di Gianfranco Fini dal 2007 e madre di due delle sue figlie, ascolta il discorso del presidente della Camera a conclusione della Festa Tricolore a Mirabello. Nel ferrarese i due sono arrivati insieme, nella mattinata. La prima uscita pubblica dopo lo scandalo della casa di Montecarlo, le accuse e gli attacchi personali. Prima le foto di gruppo, poi i brindisi con alcuni sostenitori e l’incontro con i parlamentari di Futuro e Libertà al ristorante I Durandi. La signora Tulliani si mostra serena e sorridente, sobria nella sua camicetta di raso celeste su pantalone nero. Alle 19 Fini sale sul palco. Lei è lì sotto, in primissima fila, su una sedia di plastica bianca sotto cui ha poggiato la borsa scura. Lo sguardo è calmo e fisso sul compagno per tutta la durata dell’intervento, più di un’ora. Ci sono parole anche per lei, Elisabetta Tulliani, in quel lungo discorso: «Attaccare la mia famiglia è da infami», dice Fini. Lei applaude, soddisfatta, e sorride. Prima di salire a sua volta sul palco e mostrarsi nuovamente al fianco del compagno, per il brindisi finale.