Naomi fa gossip, ma anche Paperino le combina in Laguna

Tra sfilate, pettegolezzi e penuria di feste per le persone comuni, che non sono né attori né vip, la Mostra del Cinema prosegue. Naomi Campbell, che ha sempre lo sguardo basso e fa l’impossibile per non farsi fotografare ha fatto il suo ingresso a sorpresa alla festa di Louis Vuitton, organizzata sul Canal Grande per festeggiare “Somewhere” di Sofia Coppola. Ma sul lungomare del Lido si è già sparsa la voce di un litigio di fuoco con il suo fidanzato-miliardario russo Vladislav Doronin. Pare che, durante un tragitto in macchina, i due si siano messi a discutere e lui, a un certo punto, abbia deciso di salire su un’altra auto per non innervosirsi ulteriormente. Sarà. E intanto il red carpet si prepara per l’arrivo del rocker Luciano Ligabue che oggi, alle 22.15, sfilerà davanti a Palazzo del Cinema prima di assistere, in Sala Darsena, alla proiezione del documentario ”Niente paura ” diretto da Piergiorgio Gay con le sue canzoni in sottofondo. Fa parte della sezione “Fuori Concorso.” Nel frattempo, continua a circolare e sbalordire il salasso che si è preso il sottosegretario ai beni culturali Francesco Giro al ristorante dell’Excelsior: ha detto di aver speso 300 euro per tre piatti di spaghetti. Dunque, 100 euro a piatto. Ha definito Venezia una “città elitaria” e per provare che non ha tutti i torti basta buttare un occhio ai listini dei locali sul lungomare che organizzano le feste. All’Excelsior, lo spritz costa 15 euro, la birra 10 e lo champagne, 17 euro al calice, è più economico di un club sandwich: 20 euro secchi. Poco più avanti, alla terrazza Nastro Azzurro allestita con un serie di gazebo di fronte al Casinò, dalle 23 in poi la birra costa 15 euro e un drink alcolico 20. A mezzo chilometro dal centro nevralgico della Mostra del Cinema, c’è però il Blue Moon che, fino a ieri, ha ospitato il festival del cortometraggio- Circuito Off- con birra più ragionevole a 4 euro e drink a 5. Ma anche laddove i prezzi sono più civili, non è tutto rosa e fiori. Il titolare di un bed& breakfast ha sporto denuncia perché il party inaugurale del Circuito Off, avvenuto mercoledì scorso, si è protratto più del dovuto con la musica alta: si è concluso alle 3.30 anziché alle 2 come da autorizzazione. E ora tutti gli altri locali sul lungomare del Lido devono chiudere alle 2. Insomma, per la Mostra del Cinema il Lido si popola di migliaia di giovani e la sera non si sa dove andare: o non si hanno abbastanza soldi o mancano le proposte. Ma ci sono anche buoni motivi per stare allegri, per esempio leggere Topolino. In questi giorni, infatti, è in edicola un numero speciale del settimanale con una storia intitolata «Doubleduck – Segreti in bella mostra», ambientata nella kermesse veneziana. Il fumetto, disegnato da Giorgio Cavazzano su un testo di Alessandro Sisti, ha per protagonista Paperino, nelle vesti dell’agente segreto Doubleduck. La sua missione è di raggiungere Venezia, perchè durante la Mostra del Cinema verrà proiettato un film, prodotto dagli studios di Zio Paperone, che potrebbe mettere a repentaglio la sua doppia identità. A Doubleduck viene chiesto di sabotare la proiezione, ma allo stesso tempo Paperino non può scontentare Zio Paperone. (Zanardi ilpiccolo)