Raiuno, debutto di Domingo nel “Rigoletto” di Bellocchio

Dovrebbe essereun saluto del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad introdurre questa sera “Il Rigoletto a Mantova”, il “film in diretta” con la regia di Marco Bellocchio prodotto da Andrea Andermann in collaborazione con la Rai. Una rappresentazione a metà fra l’opera lirica e lo spettacolo televisivo, che porta in scena il Rigoletto di Giuseppe Verdi negli stessi luoghi e negli stessi orari del libretto originale. Stasera su Raiuno alle 20.30 va in onda il primo atto, ambientato a Palazzo Te, mentre per il secondo (ambientato a Palazzo Ducale) e il terzo (ambientato alla Rocca di Sparafucile) si dovrà aspettare domenica, rispettivamente alle 14.30 e alle 23.30. Tutto rigorosamente in diretta, e con una difficoltà in più: l’or – chestra diretta da Zubin Mehta non si esibirà insieme ai cantanti, ma al Teatro Scientifico del Bibiena, e musicisti e interpreti dovranno entrare in sincronia grazie a un complesso sistema di monitor, cuffie e altoparlanti. Un evento unico, anche perché come protagonista è stato scelto Placido Domingo, che non ha maiinterpretato prima la parte di Rigoletto. Questo è il terzo “film in diretta” prodotto dalla Rai insieme a Andermann, dopo la Tosca del 1992 e la Traviata del 2000, ed è già destinato al successo internazionale: sarà trasmesso in 148 Paesi, e verrà visto da un miliardo di persone. Inevitabile pensare alla crisi della lirica, e alle polemiche legate alla riforma del settore, rinfocolate da Mehta: «Spero che il Governo ci guardi e rifletta sui tagli agli enti lirici, che sono una vergogna». (libero)