Monito dei Vescovi sulla scuola: nessuno speculi sulla pelle dei ragazzi

Monito dei Vescovi sulla scuola: nessuno speculi sulla pelle dei ragazzi. Duro editoriale su Avvenire: avvio dell’anno confuso e con d’ombre. Dalla Gelmini una partita personale. Nell’anno scolastico che sta per cominciare "non si guardi ad altri interessi" che non siano quelli dei ragazzi", non si sfrutti il loro nome per richieste e pretese, per quanto comprensibili. Non si faccia carriera sulla loro pelle". Il che vale "per il Ministro, e per ogni adulto che ha una funzione nella scuola". E’ il severo monito lanciato dai vescovi dalle pagine di Avvenire, all’indomani della conferenza stampa del ministro Maria Stella Gelmini. Secondo il giornale il ministro ha affrontato la questione del precariato nelle Università "con gagliardia", scommettendo molto sulla sua controversa volontà riformatrice. Una partita personale e politica su cui sta scommettendo molto". Partita sulla quale il giudizio dei vescovi resta sospeso. Nonostante gli sforzi, infatti, anche per "interessi corporativi" e i "molti problemi lasciati per strada" "anche quest’anno il panorama dell’avvio" del nuovo anno scolastico appare – a giudizio di Avvenire – "confuso e pieno di ombre". -la7-