Bossi: «Pace con Fini? Vedremo domenica»

Napolitano: «Politica, evoluzione benigna». Fli: «Pronti squadristi Pdl». C’è un clima di attesa all’interno della maggioranza. Come al solito, la sintesi più efficace la fa Bossi che dice: «Pace con Fini? Aspettiamo domenica». Ovvero il 5 settembre, quando il leader di Fli parlerà alla festa di Mirabello annunciando il suo «programma», ma non un nuovo partito. E fino ad allora? Continuano le trattative sul processo breve, con i finiani che non alzano barricate ma chiedono che si eviti un effetto amnistia su migliaia di processi in corso. La serenità, però, non è di casa nella maggioranza se da Generazione Italia, associazione vicina a Bocchino, partono accuse al ministro Brambilla: starebbe organizzando una contestazione a Fini proprio a Mirabello, con tanto di pullman e militanti che l’associazione chiama «squadristi della libertà» accusando il Pdl di «deriva sinistrorsa/comunistoide». «Attacchi meschini», risponde il ministro annunciando querele. Su tutto, la diagnosi del presidente della Repubblica: è in atto «una febbre politica» ma c’è una «evoluzione benigna». Poi, l’invito alla politica è chiaro: «Si concentri sull’economia». -leggo-