Marchetti: dai Mondiali alla tribuna

Dalle stelle alle stalle. La metafora spesso abusata stavolta è perfetta per descrivere la storia di Federico Marchetti. Tre mesi fa ai Mondiali sudafricani aveva ereditato da Buffon la porta azzurra; da ieri, col mercato chiuso, si ritrova a fare il terzo o quarto portiere del Cagliari dietro il titolare Agazzi, al redivivo Pelizzoli e al giovane Ruzittu. «Marchetti è un grande professionista e un bravo ragazzo. Continuerà ad allenarsi con noi con la stessa determinazione dimostrata finora», ha detto il tecnico Bisoli. In realtà Marchetti paga caro l’aver dichiarato in un’intervista il desiderio di andare alla Sampdoria. Parole che alle orecchie del presidente Cellino sono sembrate di tradimento, al punto che il patron dei sardi ha rifiutato sia i 5 milioni offerti dai doriani, sia la richiesta fatta martedì sera in extremis dalla Roma. Probabilmente la punizione è finita qui e, da ieri, Marchetti potrà giocarsi le sue chance per riprendersi il posto da titolare. Altrimenti per lui e il Cagliari si aprirà una porta: quella del tribunale.-leggo-