Sakineh, l’Iran insulta Carla Bruni

Il mondo si mobilita in favore di Sakineh Ashtiani, l’iraniana condannata alla lapidazione perché accusata di adulterio e dell’omicidio del marito. In difesa della donna si è schierata anche Carla Bruni, ex modella, moglie del presidente francese Sarkozy, per questo motivo definita «prostituta» dalla tv iraniana insieme all’attrice Isabelle Adjani. «Le opinioni pubbliche devono scendere in campo e noi con loro», è l’appello lanciato dal ministro degli Esteri Franco Frattini su Facebook. «Facciamo sentire la nostra voce», ha detto il ministro delle Pari opportunità, Mara Carfagna.